lunedì 16 gennaio 2012

TAGLIATELLE BRIAE PER TUTTE LE BRIAE E I BRIAI DELL'MTC


La settimana scorsa mi sono programmata diligentemente e ho rispettato tutti gli appuntamenti pricisa come un ralogio svizzero! Sorvoliamo sulle performance per arrivare puntuale alle date previste, vere maratone!!
Programmando si cerca anche di ottimizzare, preparando contemporaneamente o in due giorni consecutivi per esempio due ricette che sfruttano gli stessi ingredienti come queste tagliatelle. Tutto nasce dall'idea di proporre il PORPO BRIAO per il contest sullo STUFATO di Burro&Miele. Per L'MTC di gennaio avevo già pensato di realizzare le tagliatelle al vino, viste solo in foto, create dall'amico chef Ivano Lovisetto del Baccanale di Piombino, ma mai assaggiate.
Il ragù delle tagliatelle è venuto spontaneo: tagliatelle al vino e polpo briao= TAGLIATELLE BRIAE, più urbiache di così.....e vai di MTC perchè per l'MTC siamo tutte un po' briae!!

NB: con questa ricetta festeggio il mio primo anno nell'MTC perchè ho iniziato esattamente lo scorso anno a gennaio con la sfida sugli involtini di verza con questi timidi involtini di verza e tonno

Quindi per il ragù, qui la ricetta del "mio" PORPO BRIAO (ho apportato piccole varianti all'originale livornese), per le tagliatelle invece ho fatto un mix fra le dosi proposte da Aleonlykitchen e le indicazioni di Ivano che prevedevano per 220 gr di farina, 200 gr di vino da far restringere  sul fuoco della metà con l'aggiunta di scorza d'arancia, 1 tuorlo e 1 cucchiaio d'olio evo, purtroppo però per farle viola dovevo rispettare alla lettera quelle di Ivano, al solito ho fatto di testa mia, ho semplicemente aggiunto 50 gr di vino rosso alle dosi di Ale, 220 gr farina 0 + 2 uova intere,  e sono venute marroncino però l'importante è averle fatte, e soprattutto impastate e tirate a mano, poi si sono colorate un po' condendole col sughetto vinoso  del polpo avanzato. Erano speciali, ne abbiamo mangiate una vagonata!!

Avrei voluto fare un reportage fotografico più dettagliato, avevo posizionato la reflex sul trepiedi e con l'autoscatto riprendevo le fasi di lavorazione. Non ho però la più importante in cui si vede la sfoglia grande, però si vede avvolta al mattarello, era infatti talmente grande rispetto al mio piano di lavoro che ho dovuto tagliarla a strisce e poi tirarle ancora un po'. Dalla foto del piatto comunque si intuisce che non sono un capolavoro, sono irregolari, decisamente bruttine ma bòòòòòne!!

Notare il righello per tagliarle alla giusta misura!!!


20 commenti:

  1. Bone!!!!
    Tutto briao, ultimamente :-)

    RispondiElimina
  2. Non irregolari, semplicemente rustiche....oppure artistiche!

    Bacione..Fabi

    RispondiElimina
  3. Ma sei veramente una forza della natura, ma mooooolto spudorata!!! ;-))))))) Briae a noi, che MAI, dico MAI tocchiamo un goccio d'alcool.....:-)))))))) ALEEEEE senti un po' che dice Cri?
    Un super bacio bella signora
    Dani

    RispondiElimina
  4. E ci credo che erano speciali! Io adoro il polpo, ma con le tagliatelle non l'ho proprio mai mangiato. Fameeee!

    RispondiElimina
  5. Dai che ti son venute benissimo...avessi visto le mie, sono in punizione nell'angolo!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  6. Ecco, credevo di essere in estasi con il baccalà, ma quando vedo certe tagliatelle mi metto a ballare la pizzica!!!

    RispondiElimina
  7. Briao mi piace un monte, lo sai? E chi meglio di te che di vino se ne intende e ci vive (non nel senso che beve da mane a sera, ma che ci capisci e parecchio). Il ragù di polpo è fantastico e mi immagino di già il saporino vivace che gli da la parte alcolica....ultimamente stai sfornando una genialata dietro l'altra: ma che mangi, pane e vorpe? Ti abbraccio forte, Pat

    PS AGURIIIII PER IL TUO PRIMO ANNO, IL PRIMO DI UNA SERIE INFINITA!

    RispondiElimina
  8. Che golaaaaa!!! E che salivazioneeeee!!!

    RispondiElimina
  9. Qualche mese fa ho preparato il polpo ubriaco, ne ricordavo il gusto meraviglioso, dai tempi in cui me lo preparò un'amica greca, proprio con la pasta... ma non sono riuscita a trovare la ricetta giusta! Se avessi avuto la tua, e le tagliatelle al vino, sarebbe stata un'altra storia :-)

    RispondiElimina
  10. e sì che mi piace questo piatto di tagliatelle al polpo :P
    che dico lo accompagno con un altro bicchiere di vino? ma sì!!!

    RispondiElimina
  11. Ma la smettiiiii?! Non è giusto!!! sono una meraviglia..... e, guarda, dalla rabbia vado a farmi un bicchiere di tinto oppps di rosso!
    Nora

    RispondiElimina
  12. Secondo me ti sono venute delle tagliatelle "sincere" (in vino veritas...)
    Propongo un brindisi, ma niente bicchieri! Ma con piati pieni di queste tagliatelle polipate e embriache!

    (anche io cominciai con gli involtini di verze!)
    besos e.... un altro brindisi?

    RispondiElimina
  13. bava alla bocca.
    ho detto tutto

    RispondiElimina
  14. Sei una grande Cri, UNA GRANDE!!!!!
    Mi sta prendendo lo sconforto e lo sapevo che non dovevo guardare le ricette partecipanti prima di avere pubblicato la mia... perché le ho preparate al vino pure io e mi pareva pure una trovata originale... (che poi lo è, diciamocelo! ^_^).

    Un bacione!

    RispondiElimina
  15. Bria'o anch'ioooooo! Bacio tesora!

    RispondiElimina
  16. Ciao compagna di tagliatelle briae!! Il tuo ragù di polpo briao deve essere eccezionale! Un bacione, mi aggiungo ai tuoi lettori ;)

    RispondiElimina
  17. eccezionaliiiiii ^^ salvo e provo

    RispondiElimina
  18. hiiiiiiich!

    sono un po' briaha anch'io... sai com'è, fra li'orno e firenze non c'è una gran distanza :-)

    bellissime!

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO