lunedì 6 febbraio 2012

PANNA COTTA AI PORRI CON CARAMELLO ALLE ACCIUGHE SALATE E BALSAMICO


Nella prima newsletter di gennaio Alessandra di Menu Turistico proponeve un crème caramel di cavolfiori e gorgonzola con salsa d'acciughe e si interrogava su come fare una salsa d'acciughe che ricordasse il caramello:
Ora son qui che sto pensando alla salsa. Di sicuro, ci metto aglio, acciughe e pinoli, tre ingredienti che col cavolfiore si sposano benissimo. Il problema è "come".
il neurone mi offre due opzioni, che mi soddisfano entrambe a metà:
la prima: faccio un'emulsione classica di olio EVO e acciughe: dilisco le acciughe, le lavo sotto l'acqua corrente, le pesto con aglio e pinoli e poi monto con l'olio. il problema è che avrei voltuto qualcosa di più denso, che somigliasse al caramello del vero creme caramel.
la seconda: uso la panna, al posto dell'olio. In teoria, ci starebbe, in pratica non mi piace.
so che c'è una terza via, che magari passa per una glassa all'aceto balsamico, ma vorrei usare le acciughe.
Se vi viene in mente qualcosa entro mezz'ora, sono qui

Beh, anche se questa panna cotta è pronta da qualche settimana, ci ho messo un po' più di mezz'ora ma mi sento di suggerire a Super Ale la mia idea di caramello d'acciughe, abbinato ad una panna cotta con i porri (forse un po' troppo delicata, la rifarei con degli scalogni, ben più cipollosi o sicuramente con i cavolfiori)

Dosi per 4 persone:

250 ml di panna fresca
250 ml di latte
6 gr di agar agar in polvere
300 gr di porri
burro, sale qb, 1 foglia di alloro, noce moscata

caramello:
4 cucchiai di aceto balsamico (da supermercato)
1 cucchiaio di zucchero
3-4  filetti di acciughe sott'olio o sotto sale
2 cucchiai di  succo d'arancia
olio evo,  acqua qb

Rosolare i porri affettati finemente con una noce di burro e 1 foglia d'alloro, aggiungere un po' di latte caldo e lasciar stufare finchè sono ben teneri, regolare di sale e profumare con un pizzico di noce moscata grattugiata.
Sciogliere l'agar agar in un po' di latte, aggiungerelo al resto del latte e della panna, portare a bollore, far bollire per pochi minuti, incorporare i porri frullati (dopo aver tolto l'alloro naturalmente), mettere il composto in 4 stampini quadrati o rettangolari, lasciar raffreddare prima a temperatura ambiente e poi passare in frigor per qualche ora.

Per il caramello non metterei la mano sul fuoco sulle dosi ma sono sicura che Alessandra interpreterà senza difficoltà le mie incerte indicazioni, nel senso che sono andata, come si suol dire, molto precisamente ad occhio!! Poi ho tentato di segnarmi le "cucchiaiate" ma si prova e si assaggia e si aggiusta anche secondo il gusto ok?
Quindi: prima ho fatto addensare un po' l'aceto balsamico con lo zucchero e il  succo d'arancia. A parte ho sciolto su fuoco dolce  i filetti d'acciuga con olio e li ho uniti al "caramello", un'ultima rimestata, assaggio, va bene, è sufficientemente acciugosa e bella caramellosa (notare il gergo tecnico molto professionale),  lo lascio raffreddare che rapprenda ancora un po' e poi lo verso sulla panna cotta.

Alessandra, se decodifichi questi suggerimenti e il risultato ti piace e magari  definisci meglio le dosi passamele ok? :-))

L'ultima foto con il caramello bello sbrodoloso come si conviene:









16 commenti:

  1. Uno spettacolo! Il caramello di acciughe é perfetto, sei geniale. Buona giornata, Babi

    RispondiElimina
  2. O_o sei un genio! appena riesco a chiudere la bocca ripasso a lasciarti un commento decente!

    RispondiElimina
  3. Ma è una meraviglia, davvero geniale e poi a me la panna cotta ai porri piacerebbe da matti!!1
    Posso sperimentare un pò anche io??
    ciao loredana

    RispondiElimina
  4. il mio commento, non molto british ma esplicativo: belin...geniale! Giulietta

    RispondiElimina
  5. Condivido: geniale, complimenti!

    RispondiElimina
  6. A me sembra tutto ok, davvero interessante!!!Bravissima e buona settimana Dana et Dana

    RispondiElimina
  7. Ma è una genialata!!!! Sei una grande, non c'è nient'altro da dire....

    RispondiElimina
  8. ... e qui finisce la mia *corriera* di sedicente *fudbloggher*... non c'è definizione calzante che mi venga in mente per definire questa apoteosi...
    Un solo dubbio: ma tu vieni a chiedere una ricetta a meeeee?????!!!!!!!
    Basta corro a nascondermi... magari nella credenza. :-(

    RispondiElimina
  9. Ecco, questa è una panna cotta che piacerebbe anche a me, schifiltosa dell'originale, con questa rischierei il ricovero...

    RispondiElimina
  10. Meravigliosa, sono rimasta affascinata dalla tua panna cotta, complimenti davvero!

    RispondiElimina
  11. ..io sto in ginocchio... e benedico l'illuminazione tardiva, perchè io mai ci sarei riuscita, a fare una roba simile. Sei ufficialmente disumana, di nuovo :-)
    ale

    RispondiElimina
  12. Mamma mia che meraviglia!! Questa panna cotta è incredibile, si può assaggiare?

    RispondiElimina
  13. SPETTACOLARE! Semplicemente SPETTACOLARE! questa ricetta come tutto il blog...non mi perderò una "puntata" e cercherò di collaborare al massimo per le ricette con le acciughe :)!!!
    Un mega bacione!
    Ema

    RispondiElimina
  14. Ma quanto siete brave??? Non posso starvi dietro!

    RispondiElimina
  15. sei stata davvero grande!
    complimenti!

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO