martedì 21 marzo 2017

SARANNO FAMOSI, IL CONCORSO CULINARIO DI UN MARE DI GUSTO 2017


Anche quest'anno sono stata arruolata dall'amministrazione comunale di San Vincenzo, che ringrazio,  per l'organizzazione della tradizionale kermesse enogastronomica legata alla cultura del mare che ha come emblema la palamita e tutto il pesce azzurro e povero o dimenticato della nostra costa.
Una rinnovata edizione ripartita lo scorso anno col nome di Un Mare di Gusto, con la direzione tecnico-artistica dell'amica chef Deborah Corsi del ristorante La Perla del Mare con la quale collaboro da anni. Dopo il grande successo dello scorso anno, Deborah fa il bis e conduce anche quest'anno la direzione della grande festa della sua amata cittadina.

Un mare di gusto si svolgerà nei giorni 5-6-7 maggio e fra le tante novità in programma che verranno svelate a breve, è prevista una gara  fra giovani leve della ristorazione della Costa Toscana. I finalisti saranno selezionati in base agli elaborati che invieranno a partire da oggi, giorno del lancio del concorso:


Concorso culinario riservato a cuochi e aiuto-cuochi professionisti, età massima 30 anni, operanti in ristoranti della Costa Toscana
Termine per la presentazione delle candidature : 26 aprile – annuncio dei finalisti selezionati 30 aprile – gara finale 6 maggio h 15-18.30 

Requisiti per la partecipazione :

. sono ammessi al concorso cuochi e aiuto cuochi professionisti operanti in ristoranti della  Costa Toscana  -  l’età dei concorrenti non dovrà superare i 30 anni

. tema : la palamita – LE NOSTRE RADICI, tra cultura, pesce e verdura



. I concorrenti dovranno sottoporre, ai fini della  selezione per la partecipazione alla gara  finale, almeno una foto in formato digitale con relativa ricetta scritta e breve   descrizione, di un piatto a base  di palamita, interpretata secondo il tema della   manifestazione UN  MARE DI GUSTO, Palamita & Friends: LE  NOSTRE RADICI, tra  cultura, pesce e  verdura,  inteso sia come radici culturali e storiche  che radici vegetali   (carote,  rape etc)  con particolare attenzione alla valorizzazione di  prodotti territoriali,   preferibilmente  locali e/o regionali e stagionali.

. le proposte dovranno essere inviate a unmaredigusto2016@gmail.com entro e non oltre  Il 26 aprile 2017 -  sono ammessi piatti di tutte le tipologie: finger food, antipasti, primi e secondi piatti

. una commissione formata da chef e giornalisti enogastronomici selezionerà 5 finalisti  che  verranno avvisati entro il 30 aprile 2017 

. Commissione/Giuria gara:
Maria Antonietta Schiavina – giornalista de Il Tirreno
Natascia Santandrea – sommelier e patron de La Tenda Rossa, Cerbaia, Firenze
Beatrice Segoni – chef del ristorante Konnubio, Firenze
Roberta Perna – giornalista enogastronomica, Alla nostra portata, Studio Umami
Carlotta Garancini – giornalista enogastronomica free lance


 GARA FINALE SARANNO FAMOSI
 6 MAGGIO 2017
H 15-18.30

Programma e regolamento gara

La gara si svolgerà sabato 6 maggio 2017, dalle h 15 alle h 18.30, durante la manifestazione Un Mare di Gusto, nella tensostruttura di Piazza della Torre a San Vincenzo. 

Il piatto dovrà essere  elaborato e presentato davanti alla giuria in venti  minuti esatti e
cronometrati,  durante i quali,  il concorrente dovrà descrivere le fasi di preparazione e motivare la sua interpretazione.
I concorrenti potranno avvalersi dell’aiuto di un assistente per la gara.
Sono ammessi semi lavorati nel caso di preparazioni che necessitino tempi  più lunghi di quello a disposizione.
La materia prima e l’attrezzatura necessaria (pentole, coltelli e utensili vari, piatto di presentazione) è a carico del concorrente.  A discrezione e a cura del concorrente l’abbinamento vino/birra/cocktail.
L’organizzazione metterà a disposizione banchi, piastre a induzione, forno, apparecchiatura e staff per il servizio. Eventuali dettagli da concordare personalmente con i finalisti.

Tutti i piatti saranno  degustati e valutati da una Giuria composta da  professionisti del settore.
L’ordine di svolgimento delle prove avverrà per estrazione a sorte effettuata dal Presidente di
Giuria.
Ogni candidato dovrà preparare un piatto completo per la valutazione estetica e per la documentazione fotografica e piccoli assaggi  per ogni componente della giuria  +  ulteriori piccoli assaggi per staff, food blogger e altri giornalisti presenti (1 piatto completo + 20  assaggi circa in totale) 



Giuria:
Maria Antonietta Schiavina – giornalista de Il Tirreno
Natascia Santandrea – sommelier e patron de La Tenda Rossa, Cerbaia, Firenze
Beatrice Segoni – chef del ristorante Konnubio, Firenze
Roberta Perna – giornalista enogastronomica, Alla nostra portata, Studio Umami
Carlotta Garancini – giornalista enogastronomica free lance 

Presenta: Claudio Mollo, giornalista e fotografo enogastronomico



Servizio e aiuto: Istituto Alberghiero di Piombino

Sponsor  : Toscanamade e New Chef Service


Premio  Corso di cucina Scuola Corona Granducato, Cecina
Valutazione
La Giuria  esprimerà  la propria valutazione considerando i seguenti parametri:
INTERPRETAZIONE TEMA
RISPETTO DEI TEMPI DI GARA (in caso di superamento, sarà applicato 1 punto di penalità)
VALORIZZAZIONE PRODOTTI TERRITORIALI
COMPLESSITA’ 
PRESENTAZIONE e CREATIVITA’ 
TECNICA e ABILITA’
CAPACITA’ COMUNICATIVA
Punteggio da 0 a 10 


VI ASPETTIAMO A SAN VINCENZO!!!






giovedì 23 febbraio 2017

UNA NUOVA TAPA FIRMATA POVERIMABELLIEBUONI PER ITALIAN TAPAS, FIRENZE


Ok, ok, me la suono e me la canto da sola! Va be' dai fatemi gongolare un po' e chissenefrega se chi si loda s'imbroda!!! Il mio gattò di patate alle acciughe e provola affumicata con salsa all'arancia si è aggiudicato il TAPA CONTEST, organizzato da ITALIAN TAPAS in collaborazione con la scoppiettante  Roberta Perna,  di Studio Umami.




La serata conclusiva si è tenuta martedì 21 febbraio, come programmato, nel bel locale di Italian Tapas a Firenze. Concept e décor giovane, minimal ma non troppo, atmosfera informale e leggera,  menu  vario,  coerente, ben strutturato e articolato con tapas declinate all'italiana, dal tradizionale al creativo senza dimenticare il vegetariano;  fra le bevande,  buona selezione di birre e vini e anche interessanti proposte di cocktail con degustazioni abbinate come vuole la nuova tendenza stile mixolgy.
I due fratelli di origine grossetana Marco e Matteo Laporta, giovani, cortesi e cordiali coordinano con entusiasmo uno staff sia di sala che di cucina, altrettanto giovane sorridente e gentile, in sintonia con la filosofia del locale che ha trovato affinità anche con Poverimabelliebuoni per la presenza di alcuni suoi pesciacci.

Matteo e Marco

C'erano quasi tutti i partecipanti al contest, tra cui svettava, nella sua ragguardevole altezza, l'unico uomo, Fabio Campetti, soprannominato Kamp, mancava solo la tosco-americana Juditt di Divina Cucina, che era appunto negli States.
Ho rivisto volti noti e amici quali Alice di Panelibrienuvole, il Kamp ovviamente, Chiara di Forchettina giramondo e ho incontrato finalmente di persona altre simpaticissime food blogger che conoscevo solo virtualmente quali la vivace Sandra di Sonoiosandra ed è proprio così, non poteva trovare titolo migliore per il proprio blog!! Più timide e riservate ma dolcissime (e giovanissime!!!) Elisabetta  di Cakes and co e la mia conterranea Letizia di Il risotto perfetto
Ovviamente non poteva mancare l'esuberante e instancabile Roberta a dirigere il gruppo,  completato da altri due invitati: la gastrogiardiniera Stefania, La Finestra di Stefania  che conosco da tempo e una nuova conoscenza, per la sottoscritta, Marco Bechi, ad aiutare il Kamp in mezzo a tutte quelle donne! Marco, più veloce della luce, la mattina successiva aveva già immortalato tutto nel suo sito omonimo


Abbiamo mangiato, bevuto, riso, chiacchierato, fotografato naturalmente, disquisito, commentato, una serata veramente simpatica e piacevole in un clima più festaiolo e conviviale che competitivo.


Food blogger d'assalto e si mangia sempre tutto freddo  perché si perde tempo a fotografare...


La graziosa Flora  con le arancine appena fritte

Le tapas assaggiate a coppie: arancine, sarde a beccafico, seppioline in zimino in versione light e scorporata, sformatini di cardi, Firenze rolls con cavolo nero, lampredotto e salsa al prezzemolo, bollito misto con varie salse, Pesce ricco e Pesce povero (ostriche e nasello), cappellacci con brasato, tartare di verdure...



E come ultimo piattino a sorpresa, con l'annuncio che era risultato vincitore....il mio mini gattò preparato dallo chef di Italian Tapas in versione ancora più mini, nappato con generosità di salsa all'arancia e decorato anche con germogli freschi (nella foto sopra, in alto a destra).


Lo chef Giulio Scheggi all'opera

Il gattò andrà in carta nel mese di marzo con il nome di Poverimabelliebuoni e mi aspettano addirittura in cucina per mettere a punto il piatto. Serietà professionale!!



la versione originale di Poverimabelliebuoni

la riproduzione di Italian Tapas della serata

Quale andrà poi in carta definitivamente? Mini o mignon? Se volete scoprirlo e assaggiarlo, non resta che andare a Firenze da Italian Tapas, via S. Agostino, 11 tel. 055 0982738 dove troverete tante altre proposte gustose e spiritose incluso questo aggeggio che vi mettono sul tavolo e che suona quando la vostra tapa è pronta e andate a prendervela direttamente al pass della cucina!! Forte vero?








Dulcis in fundo, altra foto ricordo, by Marco Lenzi, con Marco Laporta e lo sgombro di Poverimabelliebuoni made in Toscanamade

Ringrazio Italian Tapas e Roberta per avermi invitata a partecipare al contest e per la bella serata e non ultimo ringrazio anche  il fotografo Marco Lenzi di Florence with a view, a cui ho attinto per alcune foto.





HANNO ABBOCCATO ALL'AMO