pesce azzurro & affini: ricette, curiosità, storie, personaggi....

Perché poveri ma belli e buoni? Un ironico gioco di parole che attinge ad un noto film italiano degli anni '50 e alla bontà del pesce azzurro & affini , spesso identificati appunto come poveri e non proprio belli. Poveri perchè meno nobili di altri pesci, perchè protagonisti di molti piatti della cosiddetta "cucina povera", perchè meno costosi ma non meno buoni.







giovedì 3 gennaio 2013

CRUMBLE DI ACCIUGHE, PATATE E ZAFFERANO ALLE MANDORLE



Rush finale per UN'ACCIUGA AL GIORNO! Scade l l'8 gennaio, siete ancora in tempo......


Primo post dell'anno, acciughe e zafferano, un binomio ben collaudato che compare in molte ricette della raccolta e che amo particolarmente.
Perchè ancora zafferano allora? A fine novembre, al Pisa Food&Wine Festival, oltre alla birra de l'OPIFICIO BIRRARIO ( vedi post precedente) ho conosciuto anche lo Zafferano Il Re dei Re!
Mi incuriosiva non poco un nome così altisonante. L'avevo notato nei commenti a post di comuni amici appassionati di enogastronomia su fb e come spesso accade, visito la sua pagina e gli chiedo l'amicizia poi lo conosco anche personalmente alla manifestazione pisana.
Fabio Elettrico, altro nome che è tutto un programma, è il titolare, insieme alla moglie,  dell'azienda  agricola Madonna dei Monti di  Casciana Terme, Pisa, hanno deciso  di diversificare la loro attività  importando zafferano dall'Iran che ne è la culla storica.
"Perchè importare zafferano dall'Iran?" chiedo subito.
Risposta:  "perchè è di qualità eccellente e ne hanno in abbondanza, da noi la coltivazione è difficoltosa, rischiosa e costosissima".
Molto scrupoloso, Fabio lo manda ad analizzare all'istituto de L'Aquila, con il benestare del luogo d'eccellenza dello zafferano italiano, la garanzia di qualità è confermata!
Una volta importato, lo zafferano viene trasformato e proposto in packaging molto importanti, tendenti al lusso per sottolineare la regalità del prodotto:  vasetti di vetro squadrati contenenti gli stimmi, etichette dorate, bustine di cartone nero e oro con zafferano ridotto in polvere, miele con zafferano e addirittura la grappa con lo zafferano che attira istantaneamente la mia attenzione.
Attenzione: grappa con zafferano e non allo zafferano, non aspettatevi di bere un distillato di  zafferano, è una grappa molto fine, con un delicato sentore di zafferano nel  finale gustativo.
E mi si è accesa subito la lampadina! Avrei voluto infatti ubriacare  le acciughe nella grappa e zafferano ma poi ho desistito, non rendevo onore nè allo zafferano nè alle acciughe nè tanto meno alla grappa.

Mi sono accontentata di utilizzare in modo abbastanza tradizionale lo zafferano in polvere che Fabio mi ha gentilmente omaggiato per i miei esperimenti: una zuppetta cremosa di acciughe e patate con zafferano e finocchietto selvatico (che vanno d'amore e d'accordo) con una crosta di farina di mandorle, praticamente un crumble!
Lo zafferano Il Re dei Re è delizioso, molto elegante e delicato e ne è bastato pochissimo per insaporire e colorare!


Ingredienti per 2 cocottine mono-porzione

200 gr di patate a pasta bianca o gialla
1 scalogno piccolo (15-20 gr)
1 ciuffo di finocchietto selvatico
1 mestolo di brodo di verdure
0,5 gr di polvere di zafferano Il Re dei Re
20 acciughe fresche
2 cucchiai di panna fresca liquida

30 gr di burro
30 gr di farina di mandorle
30 gr di pan grattato
+ una manciata di mandorle intere spellate

sale, pepe, olio evo qb.

Pulire e sfilettare le acciughe, privandole della codina. Pelare le patate e tagliarle a cubetti. Rosolare lo scalogno tritato in un cucchiaio d'olio evo con il finocchietto selvatico, aggiungere le patate e tostarle, poi un mestolo di brodo, coprire e lasciar andare una decina diminuti o finchè le patate saranno abbastanza tenere, aggiungere la panna nella quale si sarà sciolto lo zafferano, unire anche le acciughe, regolare di sale e pepe, mantecare il tutto continuando la cottura per 3-4 min. Trasferire il composto in due cocottine imburrate e cosparse di pan grattato.
Creare un crumble mescolando il burro ammorbidito con la farina di mandorle e il pan grattato e coprire la superficie delle cocottine, salare appena, cospargere con un po' di mandorle tritate grossolanamente e passare in forno a 180° per 10-15 min finchè non si sarà formata una bella crosticina dorata





14 commenti:

  1. forse avrei anche la ricettina giusta...solo che anche se la priogrammo domani parto alle 4.00 del mattino e poi fino a che non trovo il nuovo pc non so se riesco a inviarti il link.. vediamo che posso fare, intanto augurissimi e grazie per questo crumble, so già che mi piacerà farlo e mangiarlo...buon anno nuopvo, Flavia

    RispondiElimina
  2. Ciao, come posso contattarti per chiederti una cosa? Questa è la mia email.. contattami! duecuorieunapadella@gmail.com

    Fammi sapere

    RispondiElimina
  3. Un'ennesima ricetta deliziosa, e chi pensava che le acciughe si prestassero a tante preparazioni???

    RispondiElimina
  4. Deve essere uno spettacolo vero quello zafferano. Come sempre le tue ricette sono delicatissime, raffinate e deliziose! Che inizio d'anno stupendo! Grazie per la ricetta e un abbraccione immenso! <3 Auguri! :D

    RispondiElimina
  5. Ciao! Ti ho scoperta per caso, sei una cuoca formidabile!!! Complimenti :) Da oggi ti seguirò con piacere, se ti va possiamo sentirci su facebook, ti aspetto :)
    il mio link:

    http://www.facebook.com/fantasie.difata

    ¸.•°☆⊱彡
    HAPPY NEW YEAR!!!!

    ╔═════════ ೋღღೋ ══════╗
    ೋ ~~ FELICE 2013~~ ೋ
    ╚═════════ ೋღღೋ ══════╝
    Elly

    RispondiElimina
  6. Intanto auguri di Buon Anno e complimenti ancora per la splendida raccolta che spero diventi presto un libro. Ci sentiamo al mio ritorno, domani parto per una settimana. Ciao ciao.

    RispondiElimina
  7. Ancora una ricetta spettacolare! Sembra di assistere ad uno spettacolo di fuochi d'artificio: sul finale c'è lo scoppiettare più bello! Ovviamente prima o poi proverò anche questa! Un abbraccio e ancora tanti tanti auguri!

    RispondiElimina
  8. Abbinamento alici e zafferano direi che è ottimo.
    Mancano pochi giorni alla fine di questo bel contest tutto dedicato a questo meraviglioso pesce azzurro.
    Buon anno!

    RispondiElimina
  9. Non potevi iniziare l'anno in maniera migliore, delizioso questo crumble e grazie per le news enogastronomiche che riesci a trovarci!!
    Buon anno carissima!!!

    RispondiElimina
  10. Buongiorno a tutti voi del blog....Ancora grazie a Cristina, per la gentile realizzazione.
    Auguro a tutti voi un meraviglioso 2013!!!

    RispondiElimina
  11. Un omaggio prezioso per esperimenti con ottimi risultati!! Ormai ci siamo ma l'8 cosa succede??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica, l'8 termina semplicemente la raccolta, poi faccio la conta e ripubblico il listone magari raggruppando meglio le ricette per temi, dopo... cosa succederà non si sa....:-)

      Elimina
  12. ciao! ho scoperto proprio da poco il tuo blog e già mi piace da matti!!! Adoro le alici e finalmente con queste ricette posso convincere anche gli altri che non sono un pesce minore!
    Ti dispiace se parlo di te e riporto questa tua ricetta meravigliosa sul mio blogghetto appena nato di cucina sostenibile :-) ?

    RispondiElimina