giovedì 24 gennaio 2013

LA RICCIOLA INFINOCCHIATA



Sono una patita dei finocchi, cotti e crudi, dei semi di finocchio, del finocchietto selvatico, tutta la famiglia insomma. D'inverno sono un valido passe partout, per me i finocchi d'inverno stanno come ai pomodori d'estate. Arrivo a casa all'ultimo tuffo, non ho niente di pronto, tiro fuori un bel finocchio, una bella lavata, c'è un po' più da scartare rispetto ai pomodori ma insomma s'affettano, si condiscono con olio e limone o anche olio e succo d'arancia, due fette di prosciutto o un po' di formaggio e il mio pranzetto velocissimo è servito.
Quando ho più tempo, li salto in padella magari con porri, scorze e succo d'arancia. Li riduco anche  in purea, oppure con gli scarti ci faccio un'ottima vellutata.
Sono ricchi di fibre, diuretici e quindi depurativi, veri amici delle diete,  rappresentano anche un ottimo stratagemma, se mangiati crudi,  per impegnare la mandibola in lunghe masticazioni che quasi ti stancano, alla fine ci si sente appagati e sazi e s'ingurgitano poche calorie (a meno di non esagerare con l'olio).

Chissà perchè il termine finocchio viene utilizzato come sinonimo di gay?
E "infinocchiare"? questa la so: risale alla scaltrezza contadina del passato,  sapendo bene che il finocchio crudo confonde le papille gustative di lingua e palato, i contadini offrivano ai compratori del loro vino, soprattutto ai cittadini, pane salame e finocchi così da poterli poi imbrogliare e rifilargli del vino non tanto buono.

La mia ricciola non è stata imbrogliata è stata solo infinocchiata perchè rosolata in padella, ridotta in filetti,  con semi di finocchio e finocchietto selvatico, olio evo, sale e servita con finocchi arrostiti sempre in padella. Tutto qui, una non ricetta veramente.
Si possono infinocchiare anche altri filetti di pesce naturalmente!

9 commenti:

  1. Anche io trovo il finocchietto, un ottimo alleato in cucina. La tua ricciola è molto buona. Complimenti.

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Ma dai, che curiosità interessante! Grazie mille, mi ha fatto piacere conoscere le origini del detto 'infinocchiare'! :D Anche a me piace moltissimo, i tuoi abbinamenti sono come sempre unici e questa ricciola è uno splendore! Complimenti, di vero cuore! <3

    RispondiElimina
  3. Viva il finocchio! Che trionfo in questa ricetta. Mi piace molto ed è super sano. Ottima idea, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. splendido piatto ideale anche per chi dovrebbe stare a dieta

    RispondiElimina
  5. Noto che abbiamo simili passioni per i cibi: le alici e tutti il pesce azzurro e ora leggo anche per i finocchi.
    Anche a casa mia non mancano mai. Spesso li cucino con il pesce, prossimamente una ricetta che li vede protagonisti.

    RispondiElimina
  6. Un secondo da copiarti assolutamente, già lo sai, adoro la ricciola...

    RispondiElimina
  7. Anche io adoro i finocchi e che bello sapere da cosa deriva il termine "infinocchiare"!!
    Cris c'è un premio che ti aspetta se hai piacere: http://paneepomodoro.wordpress.com/2013/01/26/ce-vo-pazienza-e-noi-la-prendiamo-a-ridere/

    RispondiElimina
  8. Tanti complimenti per il blog! Vogliamo invitarti a conoscere un nuovo modo di divulgare, condividere e cercare ricette on line: attraverso bellissime immagini food italiane, in un portale da mangiare con gli occhi...

    Abbiamo centinaia di foodbloggers fra i nostri utenti e migliaia di visitatori al giorno, il tuo blog è molto bello e potrebbe far parte del nostro socialfood!

    Visita adesso http://www.foodlookers.it

    Lo staff Foodlookers

    RispondiElimina
  9. si dice offensivamente finocchio per definire un omosessuale per il fatto che secoli fa l'omosessualità veniva condannata col rogo e per evitare la puzza di "carne bruciata" si usava buttare tra le fiamme anche i finocchi per coprire l'odore.

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO