giovedì 14 giugno 2012

ACCIUGHE TONNATE


Un'idea semplicissima ma geniale! No, non mi sto presuntuosamente autolodando, infatti l'idea di tonnare un pesce anzichè il vitello non è mia, l'ho rubata ad uno dei miei preziosi amici  chef, questa volta un mito della nostra costa: Luciano Zazzeri, amato chef e carismatico anfitrione della sua famosa "baracca", La Pineta, una casetta di legno sperduta al limitare di una bella pineta del litorale, esposta ai venti occidentali, a pochi metri dalla battigia. La sua versione prevedeva il pesce spada e mi aveva deliziato e divertito moltissimo. L'ho memorizzata e al momento giusto ecco qua che riciclo!
Mentre lo spada come surrogato del vitello, gioca a pieno titolo alla pari con il tonno, per la piccola, umile acciuga è un vero trionfo, un momento di gloria perchè  assume il ruolo di co-protagonista, sposandosi con sua maestà il tonno (seppur in scatola) anzichè farle da ancella.
Un matrimonio improbabile ma assolutamente riuscito e felice che ho proposto anche a Babi e Sara. Le amiche hanno confermato così:



ACCIUGHE TONNATE


Ingredienti per ca 12 acciughe

12 acciughe fresche
una scatoletta di tonno al naturale da 80 gr
2 cucchiai di maionese (preferibilmente fatta in casa)
1 filetto di acciuga sott'olio
1 cucchiaino di capperi di Pantelleria sotto sale
olio evo qb
pomodori freschi, capperini e frutti di cappero sott'aceto per guarnire


Puliamo e sfilettiamo le acciughe, le mettiamo  dalla parte della polpa in una padella antiaderende che avremo unto leggermente con un filo d'olio, aggiungiamo un goccio d'acqua, copriamo e cuociamo a fuoco moderato per un paio di  minuti appena. Le togliamo, le adagiamo su un piatto e lasciamo raffreddare.
Prepariamo la salsa tonnata emulsionando insieme nel frullatore il tonno, l'acciuga, i capperi ben dissalati, la maionese, un filo d'olio evo. 
Nappare le acciughe con la salsa tonnata, passare in frigor qualche ora.  Toglierle dal frigorifero almeno 15 min.  prima di servirle in modo  che ritornino a temperatura  ambiente,  guarnire con fette di pomodoro, capperini  e fiori di cappero sott'aceto.








11 commenti:

  1. Una ricetta nuova e gustosa, brava.

    RispondiElimina
  2. Mi piace!!!!!Mi piace proprio!!!!!
    Un bacione signora delle alici e complimenti

    RispondiElimina
  3. ... mi mancavi... e pure la genialata che riesco a preparare anch'io!!
    Come la vedi come finger food (in piattino o su un pezzetto di pane tostato) per un aperitivo?
    Io la vedo che sparisce in fretta... ma... meglio sentire la cheffffff!
    Nora

    RispondiElimina
  4. Geniale!!assolutamente geniale!!
    Diana

    RispondiElimina
  5. Che storia!!!!Fantasticoooooooooooooooooooo, io non ho più parole!!Sei stata ancora una volta il top!!!!!!:-)))))Un bacioneeeeeee

    RispondiElimina
  6. A decine potrei mangiarne... quando si è brave si è brave...

    RispondiElimina
  7. Decisamente la tua creatività si sposa con tanto gusto e bravura innegabile :) Foto gustose!

    buon pomeriggio

    RispondiElimina
  8. Buonissime! brava, come sempre!

    RispondiElimina
  9. Hai elevato le acciughine ad un piatto meraviglioso proprio grazie alla sua semplicità, non sarà solo tua l'idea, ma l'hai reinterpretata in modo geniale!

    RispondiElimina
  10. wow, che ricetta! che presentazione!!
    ma quanto dobbiamo ancora stupirci per le te acciughe?? bravissima, come sempre :))

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO