giovedì 12 novembre 2015

PESCE PER MINI GOURMET DALLE GIUBBE ROSSE A PINOCCHIO


Continuano le avventure del pata pesce, l'icona del nostro libro PESCE PER MINI GOURMET!
Sabato 7 novembre è stato presentato ed accolto con grande partecipazione da un pubblico numeroso, nello storico caffè letterario Le Giubbe Rosse di Firenze.
L'incontro è stato introdotto e moderato da Jacopo Chiostri, scrittore e giornalista. Il Dr Gucci ha aggiornato le slides di presentazione per l'occasione, riservandoci, come sempre, alcune piacevoli sorprese.
 

Giovanni Cruschelli, presidente dell'Associazione Giacomo Onlus a cui sono destinati i proventi del libro, a sostegno della ricerca scientifica onco ematologica che l'associazione promuove da anni, ha presentato l'attività dell'associazione e ci ha relazionato sui risultati ottenuti finora.

Fra il pubblico ho avuto il piacere di salutare alcuni amici food blogger: Corrado, Cecilia, Alice, Gianni, Bianca e Lorenzo,  che sin dall'uscita del libro hanno espresso la loro simpatia e solidarietà con l'iniziativa di Pesce Per Mini Gourmet, sostenendola anche economicamente!


Non ultimo, ci hanno intervistati per un servizio di Toscana Tv!


Che altro aggiungere?
Ah..sì...nel buffet sono stati inseriti i fish pops del libro, gentilmente preparati e liberamente  interpretati  dal cuoco delle Giubbe Rosse che ringrazio per la disponibilità. Sono stati molto apprezzati anche dagli adulti a conferma che i trucchi imbroglia pargoli funzionano a tutte le età quando bisogna stimolare il consumo del pesce a chi non lo gradisce!

Ps: ringraziamenti a Irina Sokolova per il servizio fotografico e il gradito intervento


Il giorno successivo, 8 novembre, eccomi alla festa Tartufo al Pinocchio, a San Miniato Basso, invitata dal giornalista Fabrizio Mandorlini (nella foto con i due microfoni!)
 
Come anticipato nel mio post precedente, ho proposto per l'occasione, oltre all'abituale dimostrazione del pata pesce, anche un piatto nuovo, la Fata Turchina,  ispirato alla favola di Pinocchio, perchè San Miniato Basso, si chiamava Pinocchio fino al 1924!



Veramente una bella manifestazione, sentita, divertente, ben organizzata, con prodotti eccellenti e molte attrazioni come i falconieri, varietà curiose di volatili da cortile ed altri animali,  i cani da tartufo, la mostra micologica e sua maestà il tartufo bianco naturalmente, con i più importanti produttori e confezionatori dell'area, Gemignani, Nacci, Montaione, Gazzarrini, ma c'erano anche banchi di delizie gastronomiche territoriali molto interessanti, come i cantuccini di Federigo e formaggi e salumi di grande qualità. In particolare la norcineria Lo Scalco ha presentato una salsiccia al tartufo da guinness, di una freschezza e di una fragranza notevoli, che ha battuto il record di lunghezza dello scorso anno, segnando ben 201 metri. La misurazione è avvenuta grazie ad una catena umana che teneva in mano la salsiccia del record in un clima festaiolo e genuino veramente speciale.

 


  
Lo stesso clima che ci ha accolti nel salone ristorante, dove in modo semplice e informale, ci siamo accomodati, mio marito, Fabrizio ed io, su tavoloni conviviali e abbiamo gustato i piatti tradizionali, cosparsi generosamente di tartufo bianco, preparati da cuochi locali, volontari, veraci e schietti. Impossibile dire quale fosse il migliore fra tagliolini, ravioli, risotto, arista e fagioli!!! Ci siamo divertiti tantissimo
 
 

La mia dimostrazione è riuscita molto bene ed è stata veramente piacevole, grazie anche all'aiuto e all'intervento  dello chef Marco Nebbiai, professore dell'istituto alberghiero di Castelfiorentino, nonché autore di Il Pasticciere, Manuale dell'arte bianca , che  ha preparato  i tartufini di mare di Pesce per mini gourmet,  a cui avevo pensato per onorare la manifestazione, da  far degustare al pubblico



Stanca ma felice e con un bel pacco dono ricco di bontà al tartufo ricevuto dall'organizzazione della manifestazione, chiudo la mia maratona del weekend e la sera a Castiglioncello mi rifocillo con le amate acciughe allo Station Gallery!



 

2 commenti:

  1. Weekend intenso! Il piatto ispirato alla fata turchina è fenomenale, mentre lo descrivevi alle Giubbe Rosse ero sbalordita io stessa...e sì che ormai lo dovrei sapere di quali magie sei capace...altro che fata turchina! :-D
    Grazie per averci coinvolti e ancora complimenti per la vostra iniziativa, lodevole e utile sotto tanti punti di vista.
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Due eventi dove avrai raccolto grandi soddisfazioni! :) Brava te le meriti tutte!

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO