venerdì 1 aprile 2016

ACCIUGHE AL FORNO IN FOGLIE DI LIMONE



ACCIUGHE AL FORNO IN FOGLIE DI LIMONE, il mio contributo per la Giornata Nazionale del PESCE AL FORNO secondo il Calendario del Cibo Italiano Aifb, ambasciatrice Enrica Gouthier, blog Il Sole in Cucina

Come ci spiega Enrica nel suo post introduttivo, ci sono svariati modi per cuocere il pesce al forno, fra questi:  arrosto, all'isolana, in crosta di sale, al cartoccio e anche in foglie di limone.
Ho scelto di contribuire con quest'ultima tipologia e ho ripescato nel mio blog una ricetta di acciughe in foglia di limone che mi aveva inviato l'amica Erika Martelli per il mio primo contest TUTTI PAZZI PER LE ACCIUGHE e che ho già fatto varie volte perché è sfiziosa e  facile e l'aroma della foglia di limone dona un tocco veramente raffinato.

La ricetta di Erika prevede di panare le acciughe in un mix di pane, parmigiano, scorza di limone e prezzemolo,  racchiuderle con le foglie di limone e passarle in forno. Di seguito la mia versione in cui ho apportato piccole varianti: avevo un cantuccio di provolone da finire, ho pensato di usarlo al posto del parmigiano per dare una sferzata di gusto in più, in ogni caso ne va messo veramente poco altrimenti è troppo dominante e, oltre al prezzemolo ho unito anche un po' di timo al limone per sottolineare la sfumatura agrumata; non ultimo, dal momento che le mie acciughe erano piccine, ne ho messe due sovrapposte per foglia.

Limoni del mio giardino e meravigliose acciughe freschissime del canale di Piombino, prospiciente l'Isola d'Elba, tratto molto pescoso sfruttato sin dai tempi antichi. Acciughe piccole ma polpose e sode e con una spettacolare e netta venatura azzurro-bluastra a cui si deve infatti la denominazione PESCE AZZURRO di cui vi parlerò proprio io più avanti per il Calendario Aifb.


Ingredienti per 20 fagottini

20 acciughe fresche grandi o 40 piccole
20 foglie grandi di limone non trattate
80 g di pane raffermo grattugiato
30 g di  provolone grattugiato
1-2 limoni non trattati
prezzemolo e timo limone qb
sale e pepe a mulinello
olio evo di media intensità, preferibilmente non amaro con buon piccante


Pulire e sfilettare le acciughe, aprirle a libro mantenendo la codina (vero, è noiosa da togliere mentre si mangia ma è così bellina quando spunta fuori dai fagottini!!!) metterle a bagno per una decina di minuti  in acqua molto fredda, eventualmente aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio, in modo che perdano tutto il sangue. Scolarle e asciugarle su carta assorbente da cucina.
Comporre il mix per la panatura con il pane grattugiato, il provolone, la scorza grattugiata di un limone piccolo o mezzo limone grande, una manciata di timo limone e un po' di prezzemolo tritato, poco sale e pepe nero macinato al momento.
Versare l'olio in un piatto fondo, passarvi le acciughe da entrambi i lati e poi passarli nella panatura. Disporle sulle foglie di limone ben lavate e asciugate (se si sovrappongono due acciughe, togliere la codina a  a quella che rimane all'interno) arrotolare le foglie e chiuderle con dello spago da cucina. Spennellare con olio evo una teglia, adagiare i fagottini sopra qualche fettina sottile di limone, irrorare con un filo d'olio e passare in forno a 180° C per 10-12 minuti.

Servire accompagnati da una tenera misticanza in insalata, crudité di verdure  o anche un'insalata di finocchi, arance, olive e origano per rimanere in Sicilia!




2 commenti:

  1. Cara Cristina conosco benissimo il sapore di queste acciughe cotte così, qui vanno fortissimo e quindi non mi resta che dirti ...bellissima ricetta anche nella sua semplicità...regala tutti i giusti sapori mantenendo gli equilibri di profumi, consistenze e soprattutto gusto!!

    RispondiElimina
  2. Le acciughe! Esiste qualcosa di più buono e sano? E' iniziata la loro stagione e non resta che tornare a sbizzarrirsi con la loro preparazione. Quella che hai magnificamente realizzato è proprio una delle miei preferite, Cristina.
    Un caro saluto e buona giornata,
    Maria Grazia

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO