venerdì 13 dicembre 2013

TARTUFINI ALLE ACCIUGHE E POLVERE DI PANETTONE

 
Continua la mia sperimentazione per INSOLITO PANETTONE, idea  lanciata da LOISON, la famosa  e storica azienda artigiana vicentina produttrice di panettoni, pandori, veneziane e altre delizie, per onorare il panettone tutto l'anno rendendolo protagonista in cucina come ingrediente sia nei piatti salati che in quelli dolci.
 
 
Oggi acciughe e panettone, non ci sconvolge più niente ormai!! 
 
TARTUFINI ALLE ACCIUGHE E POLVERE DI PANETTONE
 

Per ca 12 tartufini:
 
100 g di ricotta mista freschissima
30 g di burro
30 g di acciughe sott'olio o sotto sale

Sciacquare bene ed asciugare le acciughe sotto sale o sgocciolare e tamponare con carta assorbente quelle sott'olio. Scioglierle a fuoco dolcissimo nel burro (non devono rosolare!!!), lasciar raffreddare e, prima che indurisca,  mescolare il composto con la ricotta. Formare delle palline e metterle in frigo a compattare.
Nel frattempo far asciugare  la fetta di panettone a 100-120° per 15-20 minuti, deve solo asciugare, non deve tostare così mantiene inalterato l'aroma. Tritare la fetta di panettone nel mixer fino a ridurla in granella abbastanza fine, quasi una polvere.
Togliere le palline dal frigorifero, lasciarle stemperare almeno  una decina di minuti altrimenti risultano  troppo fredde, rotolarle nella granella senza lesinare, si deve creare una sostanziosa pralinatura, e portarle in tavola. Meglio prepararle al momento altrimenti la granella si impolpa troppo e non risalta  il voluto contrasto fra il croccante della copertura di panettone e la morbidezza del tartufino che rappresenta inoltre, un felice connubio tra dolce e salato.
 
 
 

9 commenti:

  1. ingannevoli questi tartufini,a prima vista sembrano delle delizie alle nocciole invece nascondono un saporitissimo cuore salato :)

    RispondiElimina
  2. elaborate in svariati modi, ma dal comune denominatore salato... Adoro le tue praline!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. queste sono proprio elementari ma sfiziose, non puoi non provarle :-)

      Elimina
  3. Non ti ferma più nessuno!!!
    Bravissima :-)

    RispondiElimina
  4. Una ricetta molto semplice e ricca di contrasti!!! Ottima per la nostra cena, non pensi?

    RispondiElimina
  5. Sono passato a trovarti. Cristina sei davvero brava ma non hai bisogno che te lo dica io.
    Ciao.

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO