giovedì 10 ottobre 2013

CONTAMINAZIONI! CURRY DI MOSCARDINO BIANCO E FREGULA SARDA

 
Era da un po' che volevo creare qualcosa  di nuovo con i moscardini bianchi, specie inserita nel programma del PESCE DIMENTICATO. Una promessa fatta all'amica Daniela Mugnai dell'agenzia Coffee3 di Firenze che cura la comunicazione e il coordinamento delle attività per tale progetto e per Vetrina Toscana. Sono una marinaia atipica, mantengo le promesse!
 
 
Tempo fa li avevo cucinati in una classica zuppa pomodorosa con una variante però, sfumati con una birra scura, secondo una ricetta dal libro LA BIRRA IN TAVOLA E IN CUCINA di Leonardo Romanelli.
 
Non ho ancora trovato l'idea bomba per i moscardini, gira e rigira finiscono sempre nella zuppa, del resto sono perfetti per le cotture in umido. Ma c'è zuppa e zuppa....anche se si potrebbe dire "se non è zuppa è pan bagnato"....va beh.....proverbi a parte, per questa volta è ancora zuppa ma una zuppa un po' contaminata!!
Mi divertono molto i piatti in cui si fondono stili e tradizioni lontani fra loro. Il primo abbinamento a cui avevo pensato per il curry di moscardini era stato il riso basmati che mi ero precipitata a comperare, poi ripensandoci, mi sono detta "ma no, troppo scontato il riso basmati su un curry, ci vuole qualcos'altro.....polenta magari?" Guardo nella dispensa, niente farina di mais ma pesco una confezione di fregula sarda che mi diverte troppo  e mi convince!! Poi  casualmente sono incappata in un contest sul tema delle fusioni in cucina che capitava a fagiolo, la mia zuppetta era perfetta, era già pronta, bastava pubblicarla.
 
 
 
 
CURRY DI MOSCARDINO BIANCO E FREGULA SARDA
 
 
Ingredienti per 4 persone

kg 1,5 di moscardini bianchi
(attenzione a non confonderli con i polipetti, qui una bella lezione su come distinguerli)
2 spicchi d'aglio
1 cipolla rossa
1-2 foglie di alloro
1 carota grande
2 zucchine grandi o 3-4 piccole
1 cucchiaio di curry mix per pesce
1 cucchiaio di curcuma
(le mie spezie provengono da Sri Lanka, regalo di amici cingalesi)
brodo di cottura dei moscardini qb
olio evo, sale e pepe ed eventuale peperoncino
g 240 di fregula sarda

Il metodo di cottura che ho adottato è una mia semplificazione per velocizzare i tempi e anche per alleggerire di grassi la preparazione.
Li lesso in pentola a pressione e poi utilizzo la loro acqua di cottura per allungare un risotto, una zuppa o un umido e il gusto non si perde!

Mettere i moscardini, ben puliti e sciacquati in una pentola a pressione, coprire con ca 1,5 l di acqua fredda, chiudere il coperchio, far cuocere per ca 15-20 min dal fischio. Spegnere, scoperchiare e regolare un poco di sale.
Avviare il curry facendo rosolare aglio e cipolla con poco  olio evo e le foglie d'alloro spezzate e prima che il tutto abbrustolisca troppo, diluire con un po' di brodo di cottura dei moscardini, unire le verdure tagliate a tocchetti, prima le carote e dopo qualche minuto le zucchine che cuociono più velocemente, i moscardini, lo polvere di curry e la curcuma, regolare di sale, pepe ed eventuale peperoncino in polvere (se il curry mix non è sufficientemente piccante o semplicemente secondo il proprio gusto). Lasciar andare a fuoco dolce giusto il tempo per far insaporire bene i moscardini e portare a cottura al dente le verdure aggiungendo man mano altro brodo se necessario.
Nel frattempo lessare la fregula, scolarla, disporla in ciotole da porzione o una grande zuppiera da portata, versare sopra il curry di moscardini con il suo sugo di cottura, un giro d'olio evo e tutti a tavola a contaminarsi!!!





 

4 commenti:

  1. Grazie x aver partecipato! Ricetta inserita :-) in bocca al lupo per questa ottima contaminazione! Adoro il curry e i moscardini ! Proverò :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao, arrivo da te grazie al contest "Contaminazioni" al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto.
    A presto,
    Claudia
    http://lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Grazie di questo post, amo tantissimo i pesci insoliti e cerco sempre modi meno scontati di cucinarli.

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO