pesce azzurro & affini: ricette, curiosità, storie, personaggi....

Perché poveri ma belli e buoni? Un ironico gioco di parole che attinge ad un noto film italiano degli anni '50 e alla bontà del pesce azzurro & affini , spesso identificati appunto come poveri e non proprio belli. Poveri perchè meno nobili di altri pesci, perchè protagonisti di molti piatti della cosiddetta "cucina povera", perchè meno costosi ma non meno buoni.







sabato 5 gennaio 2013

PRALINE D'ACCIUGHE AI DUE SESAMI SU SALSA DI ARANCIA


-3!!!!
sì! inizia il conto alla rovescia, mancano solo 3 giorni alla conclusione della raccolta UN'ACCIUGA AL GIORNO.....


SIETE ANCORA IN TEMPO!!!


Nell'attesa del gran finale, l'8 gennaio 2013,  inizio i festeggiamenti  con queste deliziose praline tratte ancora una volta dal libro IL PESCE AZZURRO D'AUTORE dell'amico giornalista enogastronomo Claudio Mollo

la ricetta è dello chef Giuseppe Argentino, ristorante La Veranda, Grotta Giusti Resort - Monsummano Terme

Copiata pari pari, non ho cambiato una virgola (a parte le arance che erano bionde anzichè rosse), ricetta perfetta e, inutile dire, squisita!  Degne di un buffet da gran gala!!


Ingredienti per 4 persone (12 praline)

400 gr di filetti di acciughe fresche
40 gr di sesamo dorato
40 gr di sesamo nero
2 uova intere
80 gr di pane integrale in cassetta grattugiato
1 rametto di timo
4 arance rosse (le mie erano bionde e si vede)
30 gr di zucchero di canna
30 gr di scalogno
100 ml fumetto di pesce
olio extravergine d'oliva, sale e pepe qb

Tritare le acciughe al coltello, aggiungere le uova, il pane e il timo, aggiustare di sale e pepe. Amalgamare il tutto e formare delle palline da passare nei due sesami. (io ho usato del sesamo bianco e l'ho fatto dorare in una padella antiaderente, poi l'ho mischiato con quello nero e ci ho arrotolato dentro le palline)
Rosolare le praline in una padella con un filo d'olio extravergine d'oliva facendole roteare spesso per cuocerle in modo uniforme. Ultimare poi la cottura mettendo in forno 2-3min a 200°.
Per la salsa all'arancia: spremere le arance e filtrarle, in un pentolino mettere lo scalogno tritato con un filo d'olio evo e lo zucchero di canna. Far caramellizzare leggermente lo zucchero e poi aggiungere il succo d'arancia, 100 ml di fumetto di pesce e, se necessario, aggiustare di sale e pepe. Far ridurre di circa 3/4 e da ultimo passare la salsa allo chinoise.




10 commenti:

  1. Non ti tengo più dietro!!! Ti sono venute splendide queste praline, un antipasto che potrei provare per la prossima cena di pesce.

    RispondiElimina
  2. sfiziose davvero! sono in attesa del gran finale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aiuto...ho creato troppe attese per il gran finale? speriamo di non deludere nessuno.....;-)

      Elimina
  3. Che dire? Sono senza parole!!! Come faremo quando la raccolta sarà finita?

    RispondiElimina
  4. Sono di nuovo ammirata e osservo affascinata le fotografie di queste praline accattivanti! Sei sempre troppo brava, sai? complimenti!!! :D Un abbraccio, buon week end!

    RispondiElimina
  5. Veramente particolari le tue praline di acciughe, complimenti. Colgo l'occasione per informarti che da oggi gestisco un blog tutto mio,
    http://pastaenonsolo.blogspot.it/. Se ti fa piacere, passa a trovarmi. Ciao.

    RispondiElimina
  6. Splendide, un perfetto antipasto per una cena importante, me le segno!! Ormai non ho più parole... :-)

    RispondiElimina