giovedì 20 dicembre 2012

CUORICINI D'ACCIUGHE COME UN SUSHI

L'idea nasce dalla continua voglia di divertirsi con le nostre acciughe e creare un abbinamento  tra RICCHI E POVERI: un pesce povero come l'acciuga incontra ingredienti ricchi tipici delle feste come il caviale, il tartufo, la pasta sfoglia....
Babi ha creato dei piccoli capolavori con acciughe patate e tartufo: TARTELLETTE DI PATATE CON MOUSSE D'ACCIUGHE AL TARTUFO
Sara ha sfornato degli impeccabili e classici vol au vent che  non possono mancare  nei banchetti festaioli : VOL AU VENT CON CREMA DI ACCIUGHE E RICOTTA guarniti con scaglie di bottarga, pepe rosa e semi di papavero.

I miei cuoricini....o palloncini che prendono il volo?




Per 15 cuoricini

15 acciughe precedentemente abbattute o congelate*
100 gr di riso per sushi
1 cucchiaio scarso di zucchero bianco
1 cucchiaino di aceto di riso
2 arance
2-3 cucchiai di aceto balsamico
1 cucchiaio di salsa di soja per la marinata
 + salsa di soja qb per accompagnare il sushi
un cucchiaino di semi di coriandolo schiacciati
un ciuffetto di aneto fresco
1 cucchiaio di zucchero di canna
uova di salmone o di trota
caviale o surrogato
sale qb



Crepi la miseria, ho comperato il caviale vero appositamente, 10 gr= € 20 al supermercato, non me ne intendo proprio ma mi sembrava buono!
Allora, decongelate le nostre acciughe già sfilettate, le asciughiamo bene. Prepariamo un marinata facendo scaldare in un pentolino il succo delle arance con l'aceto balsamico, la soja, i semi di coriandolo, l'aneto e lo zucchero. Appena prende il bollore, spegniamo, lasciamo stiepidire un minutino e poi la versiamo ancora calda ma non bollente, sulle acciughe cosparse con un pizzico di sale fino. Lasciar riposare per 2-3 h almeno. La marinata calda "cuoce" appena le acciughe che rimangono comunque semi-crude e acquisiscono  una consistenza particolare, nè cruda nè cotta appunto. In tal modo  il gusto risulta  molto meno aggressivo, anche grazie agli ingredienti della marinata agro-dolce e anche chi proprio non è avvezzo al pesce crudo le può approcciare.

Lessare il riso in poca acqua in modo che l'assorba tutta cuocendo   mantenendo così tutto l'amido. Mantecare con lo zucchero e l'aceto e far raffreddare immergentdo il recipiente del riso in una bacinella con del ghiaccio così da fermare anche la cottura, poi stendere in una pirofila in modo da ottenere uno strato di ca 2 cm e una volta freddo, passare in frigorifero a compattare per un paio d'ore.

Ottenere i cuoricini ritagliando il riso con un coppapasta a forma di cuore, deve essere piccolino perchè, come il sushi, dev'essere un bocconcino unico.
Posizionare i cuoricini direttamente sul piatto da portata, prelevare i filetti dalla marinata, asciugarli con carta assorbente, dividerli nel mezzo incidendoli con un coltellino affilato, mantenendo la codina attaccata, rifilare i bordi e  avvolgerli intorno ai bordi del cuoricino di riso. Sormontare le due estremità, ritagliarle eventualmente per adeguarle alla dimensione del cuoricino, fissarle con uno stecchino. Se necessario colmare con altro riso e compattare bene entro i bordi.
Passare di nuovo in frigorifero almeno per un'ora in modo che i filetti d'acciuga si incollino bene  al riso così da poter togliere gli stecchini.
Guarnire metà dei cuoricini-sushi con le uova di salmone e metà con il caviale. Lasciare fuori dal frigorifero 15-20 min per portarli a temperatura ambiente, non vanno serviti  freddi di frigorifero.
Accompagnare con una classicissima salsa di soja e.....Itadakimasu! (BUON APPETITO in giapponese)

Dedico questo piattino alla mia sorellina, patita del sushi come me, nel giorno del suo compleanno:



TANTI AUGURI DI BUON COMPLEANNO STE!!!!
Non festeggiare il tempo che passa ma passa il tempo festeggiando!!


















17 commenti:

  1. Te l'ho già detto che sei un genio? hai una creatività incredibile. Questi cuoricini di sushi potrebbero far invidia al più esperto chef del Sol levante. Brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh....non esageriamo dai...mi fai arrossire :-))
      grazie, sei molto carina
      Cris

      Elimina
  2. la tua originalità con le acciughe è sempre più sorprendente!
    bacioni cara

    RispondiElimina
  3. Arrivo dal blog Squisito, della mia carissima amica.. perchè ero rimasta affascinata dalle tue polpettine. Poi vedo questi cuoricini e.. beh, i miei complimenti doppiamente! Sei davvero un'artista in cucina! Un abbraccio forte! :D

    RispondiElimina
  4. ma che splendore!non ho parole!bacio

    RispondiElimina
  5. Con questa ricetta, secondo me, ti sei superata! E' bellissima! Me la riservo per San Valentino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahaha! ganzissima,per un San Valentino acciugoso :-)) perchè no?

      Elimina
  6. Grazie per gli auguri ed il bellissimo regalo che spero di assaggiare presto, grazie anche per il regalo che ho scartato stamattina prima di andare a rivedere sempre con immenso piacere il Cenacolo di Leonardo che al contrario della mia sorellina dalla bellissima Toscana si e' trasferito nella piana!
    Baci
    Ste

    RispondiElimina
  7. Grazie per gli auguri ed il bellissimo regalo che spero di assaggiare presto, grazie anche per il regalo che ho scartato stamattina prima di andare a rivedere sempre con immenso piacere il Cenacolo di Leonardo che al contrario della mia sorellina dalla bellissima Toscana si e' trasferito nella piana!
    Baci
    Ste

    RispondiElimina
  8. ma che belli!!! sempre bravissima!

    RispondiElimina
  9. Tutto quello che ha a che fare con il sushi er me é irrinunciabile. Questi cuoricini sono semplicemente perfetti, se geniale!!

    RispondiElimina
  10. Sono proprio contenta di averti scoperto: è proprio un bel blog!

    RispondiElimina
  11. Avendo avuto la fortuna di vedere in anteprima questa foto, ho evitato lo svenimento... le cartucce migliori si sparano sempre per ultime!!!

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO