lunedì 10 dicembre 2012

CALAMARATA ALL'ACCIUGATA


In mezzo a tanti piattini raffinati che imperversano sul web di questi tempi, in prossimità delle feste, una pastasciuttona succulenta, un po' rustica,  dal gusto intenso e penetrante, per gli amanti dell'acciuga " in purezza" direi! Acciuga fresca, acciuga salata e colatura di alici, più acciugata di così!!!
L'acciugata, in realtà sarebbe una semplice salsa ligure di acciughe salate sciolte nell'olio.
Io l'ho rielaborata a modo mio ma senza snaturarla. Sempre acciugata è, non si discute!!
Ho scelto la calamarata perchè mi divertiva troppo la rima e comunque non mi sono pentita perchè è un formato strepitoso. Ci starebbero bene anche altri formati di pasta corta, fusilloni, pennoni, maccheroni e rigatoni ma come li chiameremmo? acciugoni? naaaaaaaa!!!!
Evvai con la CALAMARATA ALL'ACCIUGATA!
Per UN'ACCIUGA AL GIORNO ovviamente!




Ingedienti per 2 persone

200 gr di pasta tipo calamarata
2 spicchi d'aglio
150 gr di acciughe fresche pulite
6-7 filetti d'acciughe sott'olio o 3-4 acciughe sotto sale (per un gusto ancora più forte)
1 cucchiaio di colatura di alici
qualche ciuffo di prezzemolo fresco
olio evo, acqua, sale qb

Far rosolare a fuoco dolce i due spicchi d'aglio interi e schiacciati in due cucchiaio d'olio evo, aggiungere le acciughine sott'olio e farle sciogliere aggiungendo un poco d'acqua calda, unire poi il prezzemolo tritato, le acciughe fresche tritate , la colatura di alici, coprire e far andare 5 minuti ca, allungando con altra acqua  se necessario per formare una salsetta abbastanza liquida dove poi mantecare la calamarata scolata al dente.
Lessare la calamarata in acqua poco salata, perchè il sughetto sarà molto saporito,  e saltare la pasta per farla insaporire bene.
NOTA: volendo le acciughe fresche si potrebbero lasciare quasi spappolare per avere un effetto ancora più cremoso, in ogni caso l'importante è lasciare il sughetto  ben fluido in modo che la pasta lo assorba bene ma rimanga al contempo umida.

Una vera goduria anzi una gran figata, tanto per fare un'ulteriore rima!

6 commenti:

  1. piattino semplice ma ricco,ricchissimo di gusto!
    bacione cara

    RispondiElimina
  2. Sì, sì, sìììììììììì!

    RispondiElimina
  3. Può essere un piatto perfetto per il 24, la vigilia dedicata al pesce. Le alici sono tra i pesci che preferisco.

    RispondiElimina
  4. Questo è un piatto di quelli rustici che amo!!! Quasi pensavo di averlo cucinato io...

    RispondiElimina
  5. Evvai Cris, ci voleva proprio un bel piatto rustico di questi tempi! Bello ricco di aglio come piace a me...

    RispondiElimina
  6. un primo piatto piatto giustoso, semplice e ottima idea per la vigilia!

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO