venerdì 25 febbraio 2011

PIU' SARDINE, ARINGHE E ACCIUGHE



Gli oceani pullulano di sardine, aringhe e acciughe, il cui numero è più che raddoppiato negli ultimi 100 anni, e il motivo è da ricondurre alla scomparsa dei grossi predatori dei mari come squali, tonni e merluzzi, vittime della pesca incontrollata. Uno scenario che preoccupa non poco gli scienziati, visto che questi pesci si nutrono di plancton e che la loro proliferazione potrebbe avere conseguenze catastrofiche sulla catena alimentare marina, aumentando il rischio di una sovrapproduzione di alghe, che impediscono agli oceani di “respirare”.
Usando i dati dal 1880 ad oggi e studiando 200 istantanee della vita marina, i ricercatori dell’University of British Columbia sono riusciti a stimare il numero di pesci che popolano i mari del mondo, scoprendo che negli ultimi 120 anni squali, tonni e salmoni sono diminuiti di due terzi, con un crollo del 54% a partire solo dal 1970, mentre, per contro, i cosiddetti «pesce foraggio», che di solito sono il cibo dei predatori, sono più che raddoppiati nello stesso periodo. E la colpa sarebbe da ricondurre alla pesca eccessiva e senza regole (aggiungo: le regole esistono ma non vengono rispettate!!!), che ha completamente rovesciato l’equilibrio marino.
«La sparizione dei grandi predatori ha permesso la proliferazione dei pesci piccoli – ha spiegato all’American Association for the Advancement of Science il professor Villy Christensen, fra i relatori della ricerca – ed è un po’ come per i leoni: se loro non ci sono, il numero delle antilopi cresce ed è questo che succede anche negli oceani, con effetti pericolosi sulla vita marina. Per questo dovremmo incoraggiare le persone a mangiare più sardine ed aringhe e meno pesci predatori, così da non turbare l’equilibrio della catena alimentare».

6 commenti:

  1. Già hai proprio ragione!!! Non sapevo di questa proliferazione, ma a pensarci bene non fa una piega!!! Buon we

    RispondiElimina
  2. Hai ragionissima.... buon weekend e grazie per le info, ciao Flavia

    RispondiElimina
  3. ecco una ragione in più per mangiare il pesce azzurro...grazie dell'info, questa proprio non la sapevo
    Clau

    RispondiElimina
  4. ma con il tuo contest, adesso spariranno anche quelle!
    :))

    baci, buon weekend!

    RispondiElimina
  5. ma guarda quanto potrebbe essere utile il mio contest! :-))

    RispondiElimina

HANNO ABBOCCATO ALL'AMO